Edenian - Forgotten Once (Digital EP)

Edenian - Forgotten Once (Digital EP)

gothic doom metal, Solitude Digital, Solitude Digital
SD. 003-14 digital

This product is electronically distributed.

New Edenian EP “Forgotten Once” can be called a mixture of two previous full-length albums, presenting the dark romance of “Winter Shades”, and at the same time – the saturation and hardness from “Rise of the Nephilim”. While maintaining the familiar general “Beauty and the Beast” vocal formula, the greater role was given to the female voice, unlike the earlier releases. Also on this record two cover-songs find their shelter: the imperishable classic Paradise Lost tune “Eternal” and the hit of Xandria “Snow-White”. This music will call you in a shadow world that appears in the night time and washing away with the first rays of sun…

Tracklist:
1 To Eternity 5:56
2 The Ghost 4:33
3 Awoken 5:29
4 Snow-White (Xandria Cover) 3:52
5 Eternal (Paradise Lost Cover) 3:47

Artist:
Edenian
Artist Country:
Ukraine
Album Year:
2014
Title:
Forgotten Once
Style:
gothic doom metal
Format:
Digital
Type:
Digital EP
Label:
Solitude Digital
Cat No:
SD. 003-14
Release Year:
2014
Country Of Manufacture:
Russia
Review
Iye Zine
6.9/10
19.11.2014

Gli ucraini Edenian si rifanno vivi con un Ep a poco meno di un anno di distanza dal buon esordio “Rise Of The Nephilim”.

Un’uscita interlocutoria, quindi, che appare più una sorta di appendice dell’ultimo album rispetto ad una possibile anticipazione del prossimo; di certo non sono cambiate le coordinate sonore, sempre contraddistinte da un gothic-doom dall’impronta “draconiana”, sorretto dal consueto contrasto tra il growl di Eternal Tom e la voce operistica di Valery Chudentsova.
Come già accennato in occasione della recensione del precedente lavoro, proprio la voce della cantante è l’aspetto che lascia ancora qualche piccola perplessità riguardo all’operato degli Edenian.
La sensazione è che Valery si esprima talvolta su registri non sempre consoni allo sviluppo dei brani, quasi che l’ancora molto giovane vocalist non riesca a modulare in maniera ottimale le proprie potenzialità e, forse, questo aspetto si evidenzia ulteriormente proprio perché il growl di Tom è molto espressivo e, di solito, è con il suo ingresso in scena che i brani si fanno più intensi ammantandosi di un’aura di drammaticità.
Nulla, comunque, che vada ad inficiare più di tanto una prova che non toglie e non aggiunge alcunché all’operato della band ucraina: l’Ep ci offre tre brani inediti in linea con la passata produzione, tra i quali spicca sicuramente l’ottima The Ghost, e due cover, la prima di un’altra band che è sicuramente un modello per i nostri quali i tedeschi Xandria, mentre nella seconda gli Edenian si cimentano niente meno che con Eternal, tratta dall’immortale “Gothic” dei Paradise Lost, cantata qui dal solo Tom e resa magnificamente in una versione dall’accentuato appeal sinfonico.
Forgotten Once è una prova buona ma non imprescindibile, per cui diamo appuntamento agli Edenian in occasione del prossimo full-length.

Author: Stefano Cavanna
Write a review